GIANNI RODARI – 1920 – 1980

GIANNI RODARI – 1920 – 1980

ilmiopiemonte.it > Articoli > Ambiente > Luoghi del Cuore > GIANNI RODARI – 1920 – 1980

Il 2020 è stato l’anno del centenario della nascita di Gianni Rodari, scrittore, pedagogista, giornalista noto soprattutto per la sua  “letteratura fantastica” .

  •                                       

Causa la pandemia che ci ha coinvolto, i festeggiamenti si sono svolti durante tutto il 2021 ad Omegna sua città natale che lo ricorda con molto affetto.

Negli anni ’50, dopo una carriera iniziata come giornalista, Gianni Rodari iniziò a pubblicare le sue opere per l’infanzia che hanno, da subito, riscosso enorme successo tanto da essere tradotte in diverse lingue ed aver ottenuto diversi premi e riconoscimenti tra cui, nel 1970, il premio “Hans Christian Andersen” il Nobel per la letteratura dell’infanzia.

Invito tutti a leggere le sue opere divertenti, avventurose ed istruttive. Tra le più note: “Grammatica della Fantasia”, “C’era due volte il Barone Lamberto”, “Le avventure di Cipollino” e davvero tante altre.

In onore del centenario della sua nascita, Omegna si è impegnata a mettere in evidenzia la sua opera ed il ricordo di questo grande personaggio che è forse  stato un poco scordato, ma che è stato davvero grande, me ne rendo conto solo ora che lo sto conoscendo più a fondo.

A lui erano già stati intitolati la Ludoteca  parco letterario e didattico  dedicato ai bambini “Parco della Fantasia” (www.rodariparcofantasia.it)

e l’area boschiva panoramica dei giardini “La Torta in Cielo” (da una sua opera).

I negozi della cittadina sono stati tapezzati con sue citazioni mirate, tratte dai suoi scritti; un grande lavoro di  ricerca e adattamento che ha permesso ai cittadini ed ai forestieri che sono stati e che verranno ad Omegna, di fare la sua conoscenza .

                  

Ma la massima elevazione si è raggiunta con la creazione e apertura del “Museo Rodari: una fantastica storia” nel centro storico di Omegna. Un museo iterattivo unico nel suo genere dove oltre ad essere, ovviamente raccontata la sua vita e proposte le sue opere, si scopre il territorio ed il contesto storico in cui visse in una dimensione virtuale che propone interviste, commenti, percorsi e letture con l’autore.

Bellissimo, invito tutti a vederlo, ne vale la pena. Orari ed informazioni (preferibile la prenotazione) su www.museorodari.it

Museo Rodari, Via Carrobbio 45 – 28887 Omegna – info@museorodati.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.